Stabilimento Pasta Zara - Muggia

Caratteristiche Tecniche Impianto

Impianto: C35 - Muggia 

Sito: Muggia (TS)

Utenza: industria alimentare

Anno di attivazione: 2005

Tecnologia: motore

Tipologia: cogeneratore

Combustibile: gas metano

Potenza elettrica: 2.000 KW

Potenza termica: 2.000 KW

Case History Pasta Zara - Muggia

Pasta Zara è io secondo produttore di pasta in Italia e uno dei maggiori d’Europa. Heat & Power gestisce l’impianto di cogenerazione dello stabilimento di  Muggia in provincia di Trieste. Nell’impianto opera un’ unità di cogenerazione a motore endotermico da  2 MW elettrici. Nello stabilimento Interesco, società del Gruppo Heat&Power, ha installato un secondo stadio di recupero del calore, spingendo l’efficienza dell’unità a valori attorno al 90 per cento.

L’impianto in Pasta Zara costituisce un ottimo esempio dell’applicazione della cogenerazione in ambito di industria alimentare. L’energia, termica ed elettrica, prodotta dai cogeneratori entra in tutte le fase della lavorazione del prodotto. Il calore a bassa temperatura viene infatti usato per scaldare l’acqua a 35-40 gradi che, con la farina, serve a produrre la pasta, che viene lavorata nelle impastatrici azionate dall’energia elettrica generata dal cogeneratore. La pasta viene poi estrusa nel formato desiderato (dagli spaghetti  a quelle più elaborate) e inviata all’essicazione, i cui banchi sono riscaldati dal calore ad alta temperatura proveniente dal cogeneratore. Infine, la pasta essiccata viene raffreddata per potere essere impacchettata nelle confezioni per la vendita. Attualmente il raffreddamento viene effettuato con dei chiller alimentati da acqua di pozzo, ma è allo studio l’uso di un’unità frigorifera ad assorbimento a bromuro di litio azionata con il calore a media temperatura (intorno ai 120 gradi) del cogeneratore. Una soluzione di questo tipo permetterebbe di utilizzare un ciclo chiuso per il raffreddamento (con evidenti vantaggi economici ed ambientali) e una valorizzazione completa dell’energia primaria.