Stabilimento Acea Pinerolese

Caratteristiche Tecniche Impianto

Impianto: C46 - Acea

Sito: Pinerolo (TO)

Utenza: Azienda Pubblica

Anno di attivazione: 2005

Tecnologia: Motore

Tipologia: Cogeneratore

Combustibile: biogas

Potenza elettrica: 3 x 1 MW

Case History Acea Pinerolese

ACEA Pinerolese Industriale è una delle multiutility italiane con la storia più lunga. La sua fondazione risale infatti al 1856, con la creazione di una società a capitale misto franco-piemontese per la distribuzione di gas. Oggi Acea Pinerolese Industriale offre una pluralità di servizi in un comprensorio di 47 comuni nella parte nord-ovest della Provincia di Torino; distribuzione del gas, servizio idrico integrato, raccolta, smaltimento e trattamento dei rifiuti. Uno dei fiori all’occhiello dell’azienda, gestito dalla società specializzata Acea Pinerolese Ambiente, è il Polo Ecologico Integrato, un impianto che copre una superficie di circa 19.000 metri quadri dove vengo raccolti, smaltiti e valorizzati i rifiuti solidi urbani, la loro frazione organica e depurate le acque reflue. I rifiuti solidi indifferenziati vengono smaltiti in una discarica che si trova a circa tre chilometri dal Polo.

Per il Polo Ecologico Integrato di Acea Pinerolese, Heat & Power ha realizzato e gestisce in modalità ESCo alcune componenti fondamentali. Il gas che viene raccolto dalla discarica viene convogliato in un biogasdotto, realizzato da Heat&Power, e portato al gasometro centrale del Polo, dove si miscela con il gas proveniente dall’impianto di trattamento acque reflue e con quello derivante dalla digestione anaerobica della frazione organica di rifiuti solidi urbani da raccolta differenziata. In quest’ultimo sistema la FORSU, dopo essere stata trattata con un procedimento sviluppato e messo a punto da Acea Pinerolese, viene inviata in due digestori termofili. Il digestato viene poi inviato ad un impianto di compostaggio.

Heat&Power gestisce il gas dall’uscita del gasometro, dove viene prelevato con delle soffianti, sottoposto a vari trattamenti di depurazione e deumidificazione e inviato a tre unità di cogenerazione per un totale di 3 MWe per la produzione di energia elettrica e termica. Le tre unità sono controllate da un sistema elettronico che permette di gestirle in modo bilanciato come un unico impianto. Parte dell’energia elettrica viene utilizzata da Acea, mentre il resto, circa metà del totale, viene immesso in rete. L’energia termica serve invece in parte per mantenere i digestori della FORSU alla temperatura di oltre 60 gradi necessaria al funzionamento ottimale, e il rimanente va ad alimentare un impianto di teleriscaldamento che serve utenze nel territorio comunale di Pinerolo.

L’impianto matura sia certificati verdi per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, che certificati bianchi per il recupero termico, e rappresenta una sintesi delle migliori tecnologie per il recupero energetico dai rifiuti